Le India Pale Ale: conosciamo meglio le protagoniste del mercato brassicolo dell’ultimo decennio

15 Gennaio 2021

Discendenti dirette delle Pale Ale, si sono guadagnate l’appellativo di Indian per rispondere ad una necessità di mercato: nel sedicesimo secolo, infatti la birra doveva raggiungere intatta le coste indiane, per permettere ai coloni inglesi di godersi la loro bevanda preferita anche ai Tropici.

L’ingrediente che permise di allungare la conservabilità della birra e di portarla intatta durante il lungo viaggio di mesi, fu il luppolo, oltre a caratterizzarne fortemente il profilo aromatico
consentiva di raggiungere una maggiore shelf life.

Molte ricette iconiche nascono per caso da errori o esigenze particolari e le IPA non fanno
eccezione!

Riscontrarono un grande successo fino alla fine dell’Ottocento, poi però spesso succede alle
tendenze gastronomiche, caddero nel dimenticatoio lasciando il posto a Lager e Pils, birre più
beverine e facilmemente comprensibili.
Bisognerà aspettare la Craft Revolution americana, intorno al 1980, per la rivalutazione di questo
stile brassicolo: i microbirrifici della West Coast intravidero nelle IPA, le giuste alleate per
valorizzare i luppoli locali e rilanciare le birre artigianali. 
Nasce ovviamente una nuova variante: l’APA (American Pale Ale) che segna la rinascita di un
movimento e la scalata al successo di uno stile. 


Le caratteristiche dello stile IPA 


Il colore varia a seconda dei malti utilizzati in produzione e va da tonalità più dorate a sfumature ambrate, che in alcune arrivano fino al color rame.
Per quanto riguarda la trasparenza invece, le IPA essendo Ale si presentano come birre torbide,
che a prescindere dalla filtrazione saranno più opache di una Lager qualsiasi.
La schiuma è compatta, color crema abbondante alla mescita ma poco persistente.


Note gustative


Il luppolo gioca il ruolo da protagonista nella definizione del profilo aromatico delle IPA! 
I sentori agrumati, fruttati e speziati fanno infatti da sfondo ad un’amarezza piacevole, diventata
una caratteristica importante e ricercata nelle birre contemporanee.
Le note maltate sono in perfetto equilibrio con quelle erbacee del luppolo e arricchiscono il palato
portandolo con note morbide. In base al colore della birra avremo versioni più dolci e varianti più
secche.


Anche tu sei un amante di questo stile brassicolo? 
Prova le nostre IPA Artigianali e dicci cosa ne pensi!


Scegli tra le nostre IPA quella più giusta per te e acquistala nel nostro e-shop:

  • Kei Os è una delle nostre Girls: è una IPA energica, fruttata e fresca.
  • Reveille: è una IPA d’avanguardia, meno maltata delle West Coast e più beverina e scorrevole e con un aroma ancora più intenso.
  • No mask è la nostra Double IPA: alta gradazione, intensa luppolatura e corpo velato.
  • Alternative è una Fruit and Juicy IPA. In questa birra il profumo dei luppoli si fonde e si amplifica con quello delle pesche utilizzate nella ricetta.
  • Looking Glass, la West Coast IPA firmata Granda, è diversa, è nuova, nonostante i suoi sette gradi è una ventata d’aria fresca!
  • Regeneration simboleggia il concetto di IPA interpretato sulla base di una ricetta di birra scura. In questa BLACK IPA, la misteriosa complessità delle note dei malti si intreccia a quelle dei luppoli.

Lascia un commento